Fondo prestito d'onore Tommaso e Marta Crudele

Tommaso (1927-2010) e Marta Crudele (1929-2014) hanno sempre considerato lo studio una componente fondamentale della formazione dei propri figli. Marta, come professoressa di matematica e fisica nelle scuole superiori, ha vissuto la sua vocazione docente con responsabilità, esigendo dai suoi studenti l'impegno necessario. Tommaso, meridionalista ed esperto in cooperazione internazionale, ha sempre cercato di aiutare le persone meno abbienti a sviluppare le proprie capacità per migliorare la condizione sociale.

Per questo motivo i tre figli hanno voluto ricordarne la memoria intitolando ai loro genitori un fondo di prestito d'onore ELIS per consentire a giovani con scarse risorse economiche provenienti soprattutto dal meridione italiano, di studiare nelle Scuole ELIS e SAFI ELIS che in cinquanta anni hanno formato al lavoro migliaia di ragazzi e ragazze, garantendo loro una rapida collocazione professionale.

Situazione al 3 gennaio 2017


Ammontare fondo
Tommaso e Marta Crudele:
189.050

148 prestiti erogati dal 2012
227.750

Somme già restituite: € 60.490

Prestiti totalmente restituiti: 36


Il prestito ha la caratteristica di non richiedere garanzie, né interessi, né un obbligo giuridico per la restituzione.

CONTRIBUISCI AL FONDO CON UN DONATIVO DEDUCIBILE DAL REDDITO IMPONIBILE

(causale: Donativo a ONLUS di nome cognome per fondo prestito onore Tommaso e Marta Crudele)

Bonifico bancario su BancoPosta intestato ad AVEL
IBAN: IT26 F076 0103 2000 0005 7549 818
Per donativi dall'estero aggiungere BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
Transazione on line con carta di credito o prepagata oppure PayPal
i dati della carta di credito o prepagata sono trattati da Banca Sella e non da AVEL
Conto corrente postale n. 57549818 intestato ad AVEL

Se hai contribuito nel 2015, puoi dedurre la somma totale riportandola nel modello 730/2016 nel rigo E26 "Altri oneri deducibili", codice 8 "per le erogazioni liberali in denaro o in natura a favore di organizzazioni non lucrative di utilità sociale". Come spiegato nelle istruzioni del 730, devono essere effettuate con versamento postale o bancario, o con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari. Per le erogazioni liberali effettuate tramite carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta. Quindi non è necessario richiedere all'AVEL una ricevuta: basta consegnare al CAF o al commercialista l'estratto conto della propria banca o delle Poste dai quali risulti il destinatario e la motivazione (Donativo a ONLUS).