Riscaldamento globale

Certamente l'energia nucleare è la più economica e anche quella che, storicamente, ha fatto meno morti rispetto a tutte le altre fonti, nonostante i disastri di Černobyl' e Fukushima Dai-ichi. Tuttavia, condivide con petrolio, metano e carbone lo svantaggio di tirar fuori dalle viscere della terra energia che finisce con l'aumentare quella termica dell'atmosfera.

Invece l'energia idrica (cascate), solare (termica e fotovoltaica) ed eolica (vento e mare) sono forme già presenti nell'atmosfera. Catturarle e trasformarle non cambia il bilancio globale energetico e quindi non contribuiscono al riscaldamento globale. Ecco perché sono le fonti da privilegiare, nonostante il costo possa essere a volte più alto di altre fonti fossili o atomiche.

Michele Crudele